Novità
Florgel - Vaginite e vaginosi batterica
gel
50ml
+
applicatori

Florgel

Contro vaginiti e vaginosi batteriche

La vaginite è un’infiammazione molto comune della vagina. Le cause possono essere diverse, ma possiamo ricondurla a un’alterazione dell’equilibrio dell’ecosistema vaginale. La vaginosi batterica, invece, è un’infezione polimicrobica caratterizzata dall’alterazione del pH vaginale che porta a una proliferazione dei patogeni.

Il tuo intimo sollievo

Florgel crea un biofilm protettivo della zona intima. Grazie all’acido ialuronico, agisce stimolando la guarigione delle cellule infette da colonie batteriche e aiuta a liberarsi da pruriti, cattivi odori e fastidiose perdite.

  • dona sollievo da prurito e irritazioni intime
  • aiuta a ridurre odori e sgradevoli perdite
  • contribuisce a riequilibrare il ph della flora vaginale
  • ingredienti naturali

  • pH tra 4 e 4,5
  • consentito uso in gravidanza e allattamento
Novità
Linfagel - Secchezza Vaginale
gel
30ml
+
applicatori

Linfagel

Contro la secchezza vaginale

La secchezza vaginale consiste in una costante scarsa lubrificazione delle zone intime ed è una problematica molto comune, soprattutto dopo la menopausa. Può creare disagio e presentarsi insieme a fastidi come bruciore e dolore durante il rapporto.

Riscopri l’intimità del benessere

Linfagel, grazie all’acido ialuronico a 3 pesi molecolari, idrata tutti gli strati epidermici, contribuendo a produrre un effetto lenitivo. La betaina richiama i liquidi favorendo un’idratazione prolungata dell'area vaginale.

  • STIMOLA L’IDRATAZIONE
  • CONTRIBUISCE A PRODURRE UN EFFETTO LENITIVO RAPIDO
  • AIUTA A riequilibraRE il ph della flora vaginale
  • INGREDIENTI NATURALI
  • PH TRA 5,5 E 6
  • CONSENTITO USO IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Quali fastidi avverti?

Vaginite e Vaginosi Batterica

Prurito intimo

Il prurito intimo è un fastidio difficile da ignorare che coinvolge i tessuti della vagina o della vulva e può creare un forte disagio. Generalmente non è pericoloso, ma questo non vuol dire che possa essere trascurato: sia perché conviverci non è semplice, sia perché i sintomi potrebbero finire per peggiorare. Le cause possono essere tantissime e, tra queste, sono molto comuni vaginiti e vaginosi batteriche. Quale che sia l’origine, il risultato è una sensazione di formicolio e irritazione che non dà tregua. Il prurito intimo può essere esterno o interno - chi lo prova avverte quasi sempre la differenza tra i due - e si divide generalmente in 3 tipologie: acuto, e in tal caso è generalmente di breve durata, cronico o ricorrente. Sfortunatamente, è difficile che si presenti da solo: spesso prurito intimo e bruciore compaiono insieme e possono essere accompagnati da fastidiose perdite.

Bruciore durante la minzione

Il bruciore durante la minzione è un sintomo molto comune ed è generalmente associato alla cistite. È un errore però credere che questa ne sia l’unica causa: il bruciore durante la minzione può infatti essere sintomo di una vaginite o di una vaginosi batterica. In questo caso il fastidio si manifesta spesso accompagnato da prurito intimo, perdite vaginali e odori sgradevoli. Il termine tecnico di questo fastidio è disuria ed è difficile non farci caso quando lo si avverte, ma è importante prestare attenzione ai sintomi che lo accompagnano perché è proprio la loro compresenza a permetterci di individuare la causa e, quindi, di intervenire in modo adeguato. Ecco dunque che la presenza di perdite maleodoranti ci fornisce un prezioso indizio per individuare la presenza di una vaginite o di una vaginosi batterica.

Cattivo odore intimo

Un forte odore intimo, marcatamente sgradevole e curiosamente simile a quello del pesce è un sintomo che può mettere molto a disagio. Fortunatamente, puoi liberartene intervenendo sulla causa. Il cattivo odore intimo può indicare una vaginosi batterica, e ne è forse il sintomo più tipico, insieme a perdite biancastre. Chiariamoci, non stiamo parlando di giornate in cui gli odori intimi diventano, magari per ragioni ormonali, un po’ più forti del solito: parliamo di un mutamento difficile da ignorare, insolito, che ti mette subito in allarme. Ancora una volta, per identificare il problema è utile la compresenza dei sintomi, come appunto cattivo odore accompagnato perdite di colore bianco-grigiastro. Vi sono poi anche delle caratteristiche specifiche che possono aiutarti a fare chiarezza: se l’odore intimo ricorda quello del pesce e non se ne va nemmeno con un’accurata igiene intima, è necessario prendere in seria considerazione la possibilità di una vaginosi batterica.

Perdite vaginali

Chiariamo subito ogni equivoco: entro certi limiti e con determinate caratteristiche, quello delle perdite vaginali è un fenomeno fisiologico del tutto normale. Le cosiddette perdite sono infatti secrezioni della cervice uterina e sono fondamentali per mantenere la vagina lubrificata e pulita. D’altra parte però, se le perdite vaginali assumono colorazioni diverse dal solito, odori sgradevoli o compaiono insieme ad altri fastidi (come prurito e bruciore intimo), devono essere interpretate come un campanello d’allarme. Generalmente, all’origine dell’alterazione delle perdite vaginali c’è un cambiamento dell’equilibrio della flora vaginale, ma le cause di questo cambiamento possono essere diverse. Tra queste, è necessario considerare la possibilità di una vaginite ma anche, e soprattutto, di una vaginosi batterica. La vaginosi batterica, infatti, ha come suo sintomo distintivo proprio un’abbondante secrezione vaginale di colore bianco-grigiastro, fluida e a volte schiumosa, che si distingue per il caratteristico sgradevole odore di pesce.

Secchezza Vaginale

Scarsa lubrificazione

Quando si parla di secchezza vaginale si parla di scarsa lubrificazione. Questo fenomeno molto comune è tipicamente associato alla menopausa, ma in realtà può avere molteplici cause e presentarsi quindi a qualunque età. Normalmente, le pareti vaginali producono la mucosa, un lubrificante naturale che garantisce l’idratazione. La flora vaginale, poi, ha una funzione “protettiva” e mantiene in salute la vagina. Quando però l’idratazione naturale o la flora vaginale subiscono alterazioni, il risultato è una scarsa lubrificazione: le secrezioni si riducono e si verifica la secchezza. La scarsa lubrificazione, oltre a creare disagio e danneggiare la serenità sessuale, è spesso accompagnata da altri fastidi, come il bruciore, il prurito e il dolore durante i rapporti. Ponendo rimedio alla secchezza spariranno anche questi insopportabili sintomi.

Bruciore intimo

La secchezza vaginale è un problema comune per le donne: si manifesta più frequentemente dopo la menopausa, ma è un fastidio che può interessare donne di ogni età. Questo problema, che spesso mette a disagio e rischia di compromettere la serenità della vita sessuale, è frequentemente accompagnato da un fastidioso bruciore intimo. Il bruciore si manifesta specificamente all’apertura della vagina e al suo terzo inferiore e si intensifica in caso di rapporti. Non bisogna rassegnarsi a convivere con questo disagio: intervenendo efficacemente sulla secchezza, ti libererai anche del bruciore. Per questo, un semplice lubrificante da applicare prima di un rapporto non è sufficiente: per un sollievo che va oltre il singolo momento specifico, bisogna intervenire sulla causa, andando ad idratare in profondità oltre che a lubrificare.

Infezioni vaginali

Le Infezioni vaginali sono di tanti tipi diversi e ognuna ha le sue cause e i suoi sintomi. Infezioni e secchezza non sono la stessa cosa, anzi possono essere fenomeni completamente distinti, eppure ci sono delle correlazioni tra loro. La vaginite può portare, tra i suoi sintomi, anche la secchezza, nonostante questo non sia sicuramente il più distintivo dei campanelli di allarme per una vaginite. La secchezza vaginale è espressione di uno squilibrio della flora vaginale che rende più vulnerabili, e pertanto, se si ha a che fare con la secchezza, è più facile contrarre infezioni. Se ti trovi a fare i conti frequentemente con infezioni vaginali e secchezza è quindi probabile che tu risulti più “vulnerabile”: intervenendo efficacemente sulla secchezza, risolvendo cioè il problema alla radice, puoi liberarti anche delle frequenti, fastidiosissime infezioni.

Dolore durante il rapporto

Il termine corretto sarebbe dispareunia, ma ciò a cui si riferisce è un problema semplice da comprendere anche se difficile da sopportare: il dolore durante i rapporti intimi. Questa condizione, che crea spesso disagi, tensioni e incertezze, può avere molte cause diverse, ma la secchezza vaginale è probabilmente la più comune. Infatti, la scarsa lubrificazione rende le pareti vaginali meno elastiche e più sensibili, causando dolore, bruciore e infiammazione nel momento in cui si tenta una penetrazione. In alcuni casi, può verificarsi anche sanguinamento. Il problema però è fortunatamente risolvibile: che si verifichi in menopausa o no, non c’è ragione di rinunciare all’intimità che desideri. Se si vuole risolvere il problema alla radice, non basterà però un semplice lubrificante da applicare prima del rapporto: con quello il sollievo sarebbe momentaneo, mentre con un prodotto capace di idratare in profondità e a lungo sarà possibile riappropriarsi della propria normalità.

L’acido ialuronico per il benessere intimo

Perché l’acido ialuronico è un alleato del tuo benessere intimo? Perché è una sostanza naturale, già prodotta dal tuo corpo, priva di effetti collaterali ed efficace su più livelli.

Nelle composizioni di Linfagel e Florgel, grazie ai suoi 3 pesi molecolari, l’acido ialuronico stimola l’idratazione di tutti gli strati epidermici per un effetto lenitivo. Favorisce inoltre la guarigione delle cellule e contribuisce a contrastare l’invecchiamento dei tessuti.Se cerchi sollievo da pruriti e fastidi, può essere una vera risorsa!

Florgel - Vaginite e vaginosi batterica

Per l’applicazione interna, è possibile utilizzare l’applicatore in dotazione. Per trattare la vaginosi batterica, applica una generosa quantità di Florgel almeno due volte al giorno per almeno 5 giorni. Per i disturbi vaginali, applica una quantità abbondante di Florgel una volta al giorno o ogni volta che desideri sollievo.

scarica il foglietto illustrativo

Istruzioni d'uso

Per non sbagliare

Prenderti cura del tuo benessere intimo è una priorità.Quando avverti fastidi o noti cambiamenti, chiedi consiglio al tuo medico e intervieni prontamente!

Florgel - Vaginite e vaginosi batterica

In caso di secchezza vaginale, applica Linfagel in quantità abbondante almeno una volta al giorno o al bisogno. Per prevenire secchezza e irritazioni, applicalo abbondantemente due volte al giorno per almeno 5 giorni. Per stimolare l’idratazione vaginale, applicalo abbondantemente prima del rapporto.

scarica il foglietto illustrativo

Pensi che Linfagel e Florgel ti possano aiutare?

Trovali nella farmacia piu vicina a te!